Agenda Mensile

Settembre 2017
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

 

Soci Fondatori

I giovani imprenditori, di età compresa tra i 18 ed i 35 anni, che intendono avviare o abbiano già avviato un’impresa nel Mezzogiorno sono i beneficiari della misura agevolativa Resto al Sud. L’agevolazione, nella sua versione definitiva dopo la conversione in legge del decreto Sud, prevede un finanziamento pari a 50.000 euro per ciascun richiedente, con un mix di agevolazioni tra contributo a fondo perduto e prestito a tasso zero erogato da banche convenzionate. Saranno ammesse le imprese della produzione di beni nei settori dell'artigianato e dell'industria, della pesca e dell'acquacoltura, oppure dei servizi, compresi quelli turistici. Come si accede alla misura? Quali sono le attività escluse? Cosa manca per la piena operatività?

 
Con la conversione in legge (l. n. 123/2017) del Decreto Sud fa il suo debutto ufficiale nel panorama degli strumenti di agevolazione la misura Resto al Sud, diretta ad agevolare, con contributi a fondo perduto e prestiti a tasso zero, l’avvio da parte di giovani di nuove imprese nel Mezzogiorno.
L’intervento sarà gestito da Invitalia e potrà contare su un tesoretto di 1 miliardo e 250 milioni di euro.
La prima tranche delle risorse, relative al triennio 2017-2019, sono state assegnate dal Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE) nella seduta dello scorso 7 agosto, quale anticipo del completo finanziamento che sarà disposto in sede di legge di Bilancio 2018.

Ultime dal Confidi

Confidi Newsletter

Iscriviti alla mailing list se vuoi essere aggiornato sulle attività, le news e gli appuntamenti del Confidi di tuo interesse.




REPLACE-WITH-FACEBOOK WIDGET-CODE-HERE

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la nostra privacy policy.

Acconsento utilizzo dei cookies.