Agenda Mensile

Febbraio 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 1 2

 

Partners

Il Parlamento ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 220 del 21 settembre 2018, la Legge n. 108 del 9 agosto 2018, di conversione – con modificazioni – del decreto-legge 25 luglio 2018, n. 91, recante la «Proroga di termini previsti da disposizioni legislative».

 

In allegato il Testo del Decreto.

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta n. 19 del 13 settembre 2018, ha approvato un decreto legge con il quale, tra le altre cose, viene previsto il ritorno della CIGS per cessazione: una misura dedicate alle imprese in crisi, cancellata dal Jobs Act.
 
I sussidi verranno erogati sulla base di accordi tra Ministero del Lavoro, Mise e Regioni interessate, che potranno essere sottoscritti a decorrere dall’entrata in vigore del decreto e per gli anni 2019 e 2020, attraverso misure per il trattamento straordinario e l’integrazione salariale per le imprese in crisi, qualora le stesse abbiano cessato o cessino l’attività, e sussistano concrete possibilità di prossima cessione dell’azienda, o anche laddove sia possibile realizzare la reindustrializzazione del sito produttivo. In alternativa ai processi sopra descritti, la regione interessata potrà attivare specifici percorsi di politica attiva.
 
Fonte : dplmodena.it
Il direttore dei lavori ha una posizione di garanzia per il rispetto della normativa urbanistica ed edilizia, per tale motivo è responsabile dal punto di vista penale della corretta esecuzione delle opere rispetto al permesso di costruire.
 
Lo ha chiarito la Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n. 33387 dell'8 giugno 2018 con la quale ha respinto il ricorso presentato da un geometra per la riforma di una sentenza con la quale era stato ritenuto responsabile nella qualità di progettista e direttore dei lavori di opere in difformità rispetto al progetto.
 
Gli ermellini hanno ricordato l'art. 29, comma 2 del D.P.R. n. 380/2001 (c.d. Testo Unico Edilizia) per il quale "Il direttore dei lavori non è responsabile qualora abbia contestato agli altri soggetti la violazione delle prescrizioni del permesso di costruire, con esclusione delle varianti in corso d'opera, fornendo al dirigente o responsabile del competente ufficio comunale contemporanea e motivata comunicazione della violazione stessa. Nei casi di totale difformità o di variazione essenziale rispetto al permesso di costruire, il direttore dei lavori deve inoltre rinunziare all'incarico contestualmente alla comunicazione resa al dirigente. In caso contrario il dirigente segnala al consiglio dell'ordine professionale di appartenenza la violazione in cui è incorso il direttore dei lavori, che è passibile di sospensione dall'albo professionale da tre mesi a due anni".
 
Fonte : Lavoripubblici.it
Lunedì 10 Settembre 2018 14:04

Decreto Rinnovabili al via.

Pronto il decreto sulle rinnovabili che, in coerenza con gli obiettivi europei 2020 e 2030, ha la finalità di sostenere la produzione di energia elettrica dagli impianti alimentati a fonti rinnovabili attraverso la definizione di incentivi e modalità di accesso che promuovano l’efficacia, l’efficienza e la sostenibilità, sia ambientale che degli oneri di incentivazione, in misura adeguata al perseguimento degli obiettivi nazionali e con modalità conformi alle Linee guida in materia di aiuti di Stato per l’energia e l’ambiente di cui alla Comunicazione della Commissione europea
 
In allegato il testo del Decreto che non ha ancora definito il suo iter.
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 9 di 110

Ultime dal Confidi

Confidi Newsletter





Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la nostra privacy policy.

Acconsento utilizzo dei cookies.